Il nome smorfia sembra avere origine dal nome del dio dei sogni, Morfeo. La credenza che ci sia un legame stretto tra i sogni e i numeri deriva quasi sicuramente dalla tradizione cabalistica ebraica, secondo la quale l’universo è composto da un insieme di simboli che hanno bisogno di essere codificati per essere realmente capiti. La realtà è vista solo come apparente e sta all’essere umano interpretare i segni e i messaggi nascosti in essa.

La città di Napoli viene spesso legata alla tradizione della smorfia in quanto i suoi abitanti hanno dimostrato un particolare affetto nei confronti del gioco del lotto, della simbologia numerica e della tombola.

Il gioco della tombola (conosciuto all’estero anche come bingo) sembra aver avuto origine ben prima dell’anno zero, sebbene le prime menzioni ufficiali del gioco risalgano ai primi del XVIII secolo nella città di Napoli. Il merito è da attribuire a Carlo III di Borbone, che decise di legalizzare il gioco del lotto, fino allora illegale, in modo da portare più soldi nelle casse dello Stato. Egli, però, ordinò che il gioco non dovesse essere giocato durante la settimana di Natale. Si iniziò così a giocare al Lotto in casa, facendolo diventare il gioco di natale delle famiglie. I numeri venivano stampati su dei pezzi rotondi di legno chiamati “tomboli”, da cui sarebbe poi derivato il nome tradizionale del gioco, tombola.

I numeri della smorfia hanno vari significati: si passa dal più famoso 90, la paura, fino ad arrivare al 48, il morto che parla ed il 13, Sant’Antonio, che con San Gennaro è un santo molto amato dalla gente.

Sei curioso di scropire i tuoi numeri fortunati e giocare a tombola comodamente dal tuo computer, smartphone o tablet?

Oggi www.tombola.it ti dá la possibilitá di giocare quando vuoi e dove vuoi.



  • 500 cartelle gratis
  • Giochi esclusivi
  • Cartelle a partire da 2 centesimi
  • La piu divertente community del web